Home Produzioni Mademoiselle Papillon
Mademoiselle Papillon PDF Stampa E-mail

nel paese dei brutti sogni

con
Andrea Ciceri

Manuela Misiti

Anna Palladino

Marco G. Palladino


progetto di Sara Chillemi e Marco G. Palladino

si ringraziano per la collaborazione: zia Angela, zia Maria Alba, Enza&Max, Elisabetta e Pierangelo Razio

prossima replica

sabato 18 ottobre 2014, alle 20:30
Teatro Santa Giulia, Villaggio Prealpino - Brescia, via Strada Quinta 5 [mappa]
lo spettacolo verrà proposto nella Rassegna Un teatro a portata di metro
informazioni su www.teatrosantagiulia.bs.it

locandina fronte - retro

 

debutto venerdì 12 marzo 2010, alle 20:45
Teatro Comunale Odeon di Lumezzane, via Marconi 5
mappa

repliche

sabato 17 aprile 2010 alle 20:45
Azienda Agricola Le Fratte, via Lago Bongi 24, Noffo - Pertica Alta BS
ingresso + degustazione 12 €
www.lefratte.it
mappa

sabato 25 settembre 2010 alle 20:45
CiPiEsse, Rezzato BS

sabato 19 febbraio 2011, alle 21:00
Teatro Santa Giulia
, Villaggio Prealpino - Brescia, via Strada Quinta 5
lo spettacolo verrà proposto nella Rassegna Upperground
locandina

sabato 14 maggio 2011 alle 20:45
Teatro Zanardelli, Gottolengo BS
replica riservata a scolaresche)

sabato 18 maggio 2013, alle 21:00 
Teatro Card. Schuster di Pioltello, via A. Moro 3 [mappa]
in collaborazione con La Corte dei Limoni
ingresso 5€ 
pieghevole - evento in Facebook

sabato 22 febbraio 2014, alle 20:45
Teatro Comunale Odeon di Lumezzane, via Marconi 5 [mappa]
all'interno della rassegna teatrANT - comunicato stampa
ingresso a offerta minima 8 €
l'intero ricavato verrà devoluto alla Fondazione ANT - Delegazione di Brescia
locandina - locandina teatrANT - comunicato stampa teatrANT - evento in Facebook

note al testo

...Rose, la protagonista, vive in campagna catalogando rose e farfalle, in un mondo semplice e innocente; è attorniata da 3 strani personaggi, parigini “viscidi, corrotti e senza scrupoli” che tenteranno di corrompere la sua purezza. Il testo, che lascia lo spettatore fra sogno e realtà, dà spunti di riflessione sulla società attuale e sulle sue contraddizioni più intime e laceranti. Il tutto condito dalla sottile ironia tipica di Stefano Benni...


verrà presentato nella Rassegna Vers e ùs

 

:: comunicato stampa ::

 

:: note alla regia ::

Esilarante, ironico, grottesco: “Mademoiselle Papillon” di Stefano Benni (scritto nel 1992, pubblicato da Feltrinelli nel 1999 ma attualissimo ancora oggi), è un piccolo grande saggio di teatro moderno, una somma di generi, un’ambiziosa prova per qualsiasi attore che voglia cimentarsi con la satira politica e di costume. Ma è anche una lucida, spietata e tenera descrizione della società odierna e della nostra esistenza, a partire da quell’attesa piena di presentimenti che caratterizza la vita nel momento in cui, alla soglia dell’età adulta, si devono aprire le porte del giardino segreto per camminare in un mondo pieno di contraddizioni. Un territorio cinico e ostile, nel quale non tutto è quello che sembra, e dove le parole sembrano tradire ogni verità.

Rose, una donna bambina chiusa nel suo giardino dove colleziona farfalle, è l’interprete alla quale Benni affida la parte migliore dell’umanità: quella ingenua curiosità e quella disarmante logica dei sentimenti che sole possono sconfiggere ogni ipocrisia.

Rose potrebbe essere facilmente Alice, divenuta adulta in un Paese delle meraviglie ormai corrotto, che nel testo è la Francia dell'800 ma potrebbe essere tranquillamente l'Italia di oggi.

Attraverso un uso mirabile della parola e delle sue infinite possibilità, Benni ci regala un’opera divertentissima, leggera ma al contempo impegnata e fruibile da chiunque. Un testo di forte denuncia, sorprendentemente attuale ma privo di pregiudizi e profondamente autoironico, adatto ad un pubblico disposto a scoprire da sé, più che ad ascoltare lezioni.

Nel suo monologo finale, Rose lascia un messaggio che è una resa, ma che diventa quasi un programma: “Amico, insegnami a fare di un ramo un arco, e delle spine di una rosa una freccia”.

 
Associazione Culturale ColChiDeA

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido!